Contact Us
0039066864132
Chat with us!

MATTEO ROVERE – IN ACCADEMIA TALKS

IL CONCETTO DI CONTEMPORANEITà

Regista, Sceneggiatore, e produttore Matteo Rovere interviene per Lezioni Romane: narrazione, cinema e arte, della Scuola di Media Design e Arti Multimediali, in una conversazione con Francesco Monico e Aria Spinelli sul concetto contemporaneità nel cinema. Rovere, sceneggiatore e regista di Il Primo Re (2019), socio fondatore della casa di produzione cinematografica Greonlandia, sceneggiatore e regista di film come Un gioco da Ragazze (2008) e Veloce Come il Vento (2016) spesso affronta temi legati all’adolescenza, agli estremismi e gli ecessivi, all’emotività. Con il suo stile realista interroga cosa in un mondo contemporaneo determinate da precarità e frammentazione determina il senso della contemporaneità, e come lo si puo definire all’interno del contest del cinema italiano di oggi. Partendo dall’utlimo film, Il Primo Re Rovere assieme a Monico e Spinelli indagheranno il tema della contemporaneità attraverso il rapporto con la Storia, e il racconto delle emozioni umane nella società contemporanea.

Esordisce come regista di un lungometraggio nel 2008 con Un gioco da ragazze, tratto dall’omonimo romanzo di Andrea Cotti. Presentato al Festival Internazionale del Film di Roma, il film causa scandalo per via dei temi trattati e viene vietato ai minori di 18 anni (tale divieto verrà poi abbassato a 14 in seguito alle insistenze dei produttori e dello stesso Rovere). Esordisce come produttore cinematografico nel 2009 con Pietro Germi – il bravo, il bello, il cattivo, documentario sul regista genovese che viene presentato al 62º Festival di Cannes. Nel 2012 esce nelle sale italiane il suo secondo lungometraggio da regista, Gli sfiorati, distribuito da Fandango e tratto dall’omonimo romanzo di Sandro Veronesi e interpretato da Andrea Bosca, Miriam Giovanelli e Claudio Santamaria, Michele Riondino e Massimo Popolizio. Nel 2014 è produttore della commedia di Sydney Sibilia Smetto quando voglio, che raccoglie oltre 5 milioni di euro al botteghino, ottenendo anche dodici candidature ai David di Donatello e cinque ai Nastri d’argento. Per il film, Rovere vince un Nastro d’argento come miglior produttore, diventando a 32 anni la persona più giovane ad aver mai ricevuto tale premio. Nel 2016 scrive e dirige Veloce come il vento, dramma sulle corse automobilistiche interpretato da Stefano Accorsi e MatildaDe Angelis. Ai David di Donatello del 2017 è tra i candidati per il miglior film e la migliore regia e vince il premio per la miglior fotografia, il miglior montaggio, il miglior suono, il miglior truccatore e i migliori effetti musicali e un Nastro d’Argento per il miglior montaggio. A livello globale, la pellicola è stata venduta in più di 40 paesi fra cui Germania, Giappone, Cina, Australia, Francia, Sud America, Russia, Corea del Sud e Taiwan. Nel 2019 presenta il suo nuovo lungometraggio, il Primo Re


Potrebbe interessarti anche