Contact Us
0039066864132
Chat with us!

Archivio di Moda come essenza e umanità del Brand. Grazia Venneri racconta il corso di Fashion Archive

Grazia Venneri, direttrice del Corso di Specializzazione in Introduction to Fashion Archive  nella sede di Milano, è la fondatrice di NEV, studio di consulenza sviluppato in una logica omnicanale e specializzato nella accelerazione di progetti di branding e comunicazione nel settore Moda.

Con un Master in Comunicazione, Grazia ha più di 20 anni di esperienza nell’industria della Moda e del Lusso. Responsabile del Dipartimento Heritage di Gucci, ha creato e gestito gli Archivi del Marchio, ideato e implementato la Piattaforma Digitale dedicata, contribuito al concetto, creazione e lancio del Gucci Museo. Nel suo ruolo ha curato e coordinato molteplici iniziative di brand heritage e comunicazione, inclusi progetti editoriali, exhibition ed eventi.

Qual è il ruolo degli archivi nella moda e come mai nel tempo sono diventati sempre più importanti?

L’archivio nella moda è un potente strumento di brand identity, innovazione di prodotto e customer loyalty. Nell’Archivio si concentrano l’essenza e l’umanità del Brand nel suo evolversi; si genera una nuova creatività attraverso continua ricerca, contenuti organizzati ed immaginazione. Nell’Archivio si sviluppano così il racconto di nuove storie ed esperienze emozionali per il cliente.
Gli Archivi di Moda sembrano diventati importanti solo oggi, ma in realtà alcuni brand, più visionari, già diversi anni fa hanno adottato questo corretto approccio verso il proprio Heritage, beneficiando quindi di un forte vantaggio competitivo. Grazie alla trasformazione digitale e al nuovo modello di Heritage management introdotto in questo corso, le aziende del settore possono oggi valorizzare il proprio patrimonio più velocemente e con investimenti contenuti.

Cosa significa lavorare negli archivi di Moda? Quali sono i ruoli e le principali mansioni di chi ci lavora?

Lavorare in un moderno archivio di moda significa essere al centro di processi strategici di sviluppo prodotto, brand management e marketing, collaborando in un ecosistema di relazioni interne ed esterne al brand. Il ruolo dell’Heritage manager richiede forti capacità organizzative, project management, conoscenza di nuove tecnologie di data management e digitale, soft skills di empatia e team-working, pro-attività e design thinking. Le mansioni principali spaziano così dalla ricerca ed acquisizione di materiali storici alla collaborazione in iniziative di comunicazione sul brand; dall’organizzazione fisica e digitale per la consultazione del patrimonio alla partecipazione ad eventi o progetti editoriali. Una molteplicità di competenze multidisciplinari e trasversali che ne fanno un “mestiere misto”.

Raccontaci il corso di Introduction to Fashion Archive da te diretto e il ruolo che ha la Fondazione Ferrè nel percorso.

Il corso intende formare nuove figure professionali in grado di affrontare la complessità delle attività e dei servizi di un moderno Archivio di Moda. L’approccio è innovativo in quanto include, oltre alle competenze tradizionali di gestione archivistica, nuovi strumenti di design thinking ed elementi di brand management, marketing e customer experience design, al fine di collaborare più efficacemente con le funzioni chiave dell’azienda.
La Fondazione Gianfranco Ferrè ha dato l’opportunità ai partecipanti di lavorare in teams su progetti reali riguardanti l’Archivio Digitale della Fondazione, mettendo così in pratica gli insegnamenti del corso.

Durante il percorso gli studenti hanno potuto assistere a diverse testimonianze di chi lavora nel settore. Ci puoi raccontare l’importanza di questi incontri e chi hai coinvolto?

Ho potuto coinvolgere figure di alto profilo grazie alle relazioni personali con manager e professionisti del settore con cui ho sviluppato negli anni progetti particolarmente interessanti. Tra questi Riccardo Sciutto (CEO di Sergio Rossi), Elisa Fulco (Art & Fashion Curator), Lucia Savi (Fashion Curator del Victoria & Albert Museum di Londra). Ogni intervento ha rafforzato e mostrato concretamente quanto un approccio moderno al Brand Heritage possa diventare un motore trainante di innovazione e generare significativo valore alle aziende del settore, sia B2C sia B2B.

Quali sono i profili degli studenti che hanno partecipato alla scorsa edizione del corso?

Gli studenti provengono dall’Archivistica, Public Relations, Comunicazione, Marketing e Giornalismo specializzato. Alcuni lavorano già e vedono nel corso un’opportunità di specializzazione ed approfondimento, mentre per altri mi auguro sia questa l’adeguata preparazione ad una prima, gratificante esperienza lavorativa.

Scopri il corso