TÉRIADE

Ekaterina Taranenko

La collezione potrebbe essere percepita come un manifesto artistico, sebbene sia stato visto fin dall’inizio come un tentativo di esprimere la sensazione della rappresentazione del corpo femminile durante gli anni ’30 e ’50. La figura di Wallis Simpson, che era importante in quel momento, la sua eredità e influenza artistica, hanno permesso di condurre una ricerca culturale, che ha costituito la base della collezione. Questa parte della ricerca è stata combinata con il personaggio di Picasso e con le sue opere, con la percezione delle donne nella scultura e in particolare nei dipinti cubisti. La collezione parla con i suoi colori e scritti sui sentimenti delle donne, e con le sue forme sulle restrizioni che il corpo femminile ha attraversato, sia per la sua volontà che per la visione degli uomini.

The collection might be perceived like art manifest, although it was seen from the beginning as an attempt to express feeling about woman body representation during the 30s and 50s. The figure of Wallis Simpson, which was prominent that time, her legacy, and art influence, allowed to conduct a cultural research, that formed basement of the collection. It was combined with Picasso persona, and his works and perception of women in sculpture and particularly cubistic paintings. The collection speaks with its colors and writings about feelings of women, and with its shapes about restrictions women body went through, either because of her will or mens vision.

Catwalk