fbq('track', 'ViewContent'); fbq('track', 'CompleteRegistration');

In occasione della mostra BELLISSIMA L’Italia dell’Alta moda 1945 – 1968

5 biblioteche insieme per promuovere e valorizzare i patrimoni librari sulla moda

TERZO E ULTIMO APPUNTAMENTO | giovedì 23 aprile 2015 ore 19.00

ARTE E MODA

con Anna Coliva, Maria Luisa Frisa, Luca Lo Pinto, Clara Tosi Pamphili. Modera Alessandra Mammì

www.fondazionemaxxi.it

Roma 20 aprile 2015. La mostra BELLISSIMA L’Italia dell’Alta moda 1945 – 1968 in corso al MAXXI fino al 3 maggio, ha portato nel museo il racconto di un momento di creatività straordinaria nel cinema, nell’arte, nell’architettura, nel teatro, nella fotografia e fa rivivere le atmosfere e gli stili di un periodo che ha contribuito in modo unico a definire il carattere e lo stile italiani a livello internazionale.

In occasione della mostra la Biblioteca del MAXXI, in collaborazione con la Biblioteca dell’Accademia di costume e di moda di Roma, la Biblioteca Universitaria Alessandrina di Roma, la Biblioteca di design industriale e della moda – Università IUAV di Venezia e la Biblioteca del Centro Studi di Storia del Tessuto e del Costume di Palazzo Mocenigo di Venezia, presenta LA BIBLIOTECA E’ DI MODA, tre incontri con lo scopo di promuovere e valorizzare i patrimoni di volumi sulla moda di queste istituzioni e di ampliare l’offerta libraria di MAXXI B.A.S.E. soddisfacendo curiosità, ricerche e stimoli suscitati dalla visita alla mostra.

Terzo e ultimo appuntamento giovedì 23 aprile alle ore 19.00 (MAXXI B.A.S.E. ingresso libero fino a esaurimento posti) con l’incontro ARTE E MODA.

Intervengono la Direttrice della Galleria Borghese di Roma Anna Coliva, la critica e fashion curator Maria Luisa Frisa, il curatore, fondatore e caporedattore di NERO Magazine Luca Lo Pinto e la storica della moda e del costume Clara Tosi Pamphili. Modera Alessandra Mammì storica dell’arte e giornalista.

I temi trattati nell’incontro sono quelli che affronta il testo The art of fashion: installing allusions, il catalogo della mostra al Museum Boijmans Van Beuningen di Rotterdam (2009).

“Il rapporto tra l’arte e la moda”, scrive Maria Luisa Frisa in The art of fashion: installing allusions (“Domus”, 2009), “si è andato evolvendo negli anni, diventando sempre più stretto e complesso. Arte e moda oggi si confrontano con risultati che deragliano dai confini precostituiti, in quel territorio incerto e accidentato che è la cultura contemporanea”.

Maria Luisa Frisa Critico e fashion curator, è direttore del Corso di laurea in Design della moda e Arti multimediali all’Università IUAV di Venezia e presidente di MISA Associazione Italiana degli Studi di moda. Fra le sue ultime pubblicazioni: Una nuova moda italiana (Marsilio-Fondazione Pitti Discovery, 2011); Diana Vreeland After Diana Vreeland (Marsilio, 2012); Firenze Fashion Atlas (2014). Fra le ultime mostre: Diana Vreeland After Diana Vreeland (Venezia, 2012). Nel 2014 ha contribuito alla mostra e al catalogo The Glamour of Italian Fashion 1945-2014 (Victoria & Albert Museum, Londra).

Luca Lo Pinto Classe 1981, vive e lavora tra Vienna e Roma. Attualmente è curatore alla Kunsthalle di Vienna. Fondatore e capo redattore della rivista “NERO”, collabora regolarmente con il magazine culturale online “Doppiozero” e i suoi articoli sono stati pubblicati su cataloghi e riviste internazionali tra cui Flash Art, Mousse, Purple Fashion, Palais. Tra le numerose mostre da lui curate: Le Regole del Gioco (Fondazione Achille Castiglioni, 2015); Pierre Bismuth (Kunsthalle Wien, 2015); In Real Life (Christine Konig Galerie, 2014); Trapped in the Closet (Bibliothèque Carnegie/FRAC Champagne-Ardenne, 2013); Antigrazioso (Palais de Toyko, 2013), Luigi Ontani-AnderSennoSogno (Museo H.C. Andersen, 2012/2013); D’après Giorgio (Fondazione Giorgio e Isa de Chirico 2012); When in Rome (IIC, Hammer Museum, La><Art, 2011), Roommates (MACRO, 2009); Maria Colao. A Bibliography / Conversation Pieces (Museo Mario Praz, 2006). Si è occupato della redazione di libri di artisti, quali Olaf Nicolai, Luigi Ontani, Nicola Pecoraro, Emilio Prini, Alexandre Singh e Mario Garcia Torres. Nel 2012 ha curato la pubblicazione di Documenta 1955-2012. The Endless Story of Two Lovers.

Clara Tosi Pamphili Nata a Roma nel 1961, si laurea in Architettura nel 1985 con Giorgio Muratore con una tesi in Storia delle Arti Industriali. Storica della Moda e del Costume ha curato mostre italiane ed internazionali, cataloghi e pubblicazioni e scrive regolarmente su Flash Art, Artribune, Drome e occasionalmente su riviste di settore. E’ docente di Storia della Moda all’Accademia di Belle Arti di Roma. Attualmente è Consigliere di Amministrazione di Altaroma, dove si occupa di progetti di ricerca e sviluppo delle nuove tendenze con particolare attenzione al legame fra moda e arte.

Alessandra Mammì Storico dell’arte e giornalista. Cura un blog e una rubrica d’arte per il settimanale l’Espresso con cui collabora e per cui ha lavorato nel settore cultura ricoprendo ruoli di caposervizio e inviato. Scrive e cura eventi sull’arte, sul cinema e in generale sulla cultura contemporanea. Vive e lavora a Roma.

MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo

www.fondazionemaxxi.it – info: 06.320.19.54; [email protected]

orario di apertura: 11.00-19.00 (martedì, mercoledì, giovedì, venerdì, domenica) 11.00-22.00 (sabato)

giorni di chiusura: chiuso il lunedì, il 1° maggio e il 25 dicembre

UFFICIO STAMPA MAXXI +39 06 322.51.78, [email protected]